Ventotene: in balia dei pirati

Gli operatori turistici di Ventotene sono sul piede di guerra: non ci stanno a veder vanificati i loro sfozi per promuovere un’estate di relax e accoglienza sull’isola. E prendono carta e penna per contestare le inadempienze di Laziomar e della Regione Lazio. Riceviamo e pubblichiamo questa lettera della Associazione per la Valorizzazione delle Isole dell’Arcipelago Ponziano (Aviap).

ODISSEA DAL 7 MAGGIO«Pensavamo di aver toccato il fondo con la Laziomar spa, la nuova società che gestisce i collegamenti marittimi da e per Ventotene, ma purtroppo ci siamo sbagliati. Il fondo sembrava raggiunto quando il 26 aprile 2012 la Laziomar spa informava il ministero dei Trasporti , la Guardia Costiera di Gaeta e di Formia, la Regione Lazio direzione regionali trasporti Roma , il Comune di Ventotene e le biglietterie di Formia e Ventotene che a seguito lavori aliscafo Alnilam, i collegamenti da e per Ventotene subivano variazioni e testualmente che: “a partire dal 7 maggio u.s. verranno effettuate le previste corse sulla linea Ventotene-Formia e viceversa, dall’unità Don Francesco a partire dalla corsa da Formia delle 09,15, a seguito fermata tecnica per lavori di ordinaria manutenzione dell’Aliscafo Alnilam , per un periodo circa di 15 giorni”».

LA TETIDE IN CANTIERE –«I collegamenti per tutto questo periodo e oltre (ormai siamo a giugno) sono stati effettuati dal catamarano Don Francesco. Per chi non lo ricordasse il Don Francesco già sostituisce la nave di linea (traghetto) Ventotene-Formia, la «Tedite», anch’essa in cantiere per rifacimento motori. Il comunicato Laziomar spa, però, non diceva che con questa operazione avrebbe “scippato” letteralmente all’Isola di Ventotene due corse: per l’esattezza quella prevista da Formia per Ventotene delle 11.40 e quella da Ventotene per Formia delle 16.40.
In questo modo sono stati stravolti anche gli orari anticipando di più di un ora l’ultima partenza da Formia un tempo prevista alle 18.00 (ora è alle 16.55) e facendo saltare in questo modo tutte le coincidenze dei treni da Roma e da Napoli, con grave danno per i ventotenesi, per i turisti e delle attività , nel silenzio più assoluto, direi assordante, da parte di tutti».

ZATTERE NON OMOLOGATE – «Da qualche giorno , ecco il peggio, abbiamo scoperto che il catamarano Don Francesco capienza di 695 posti , per motivi sconosciuti ufficialmente, in quanto di queste cose nessuno parla, oggi è autorizzato al trasporto di solo 395 passeggeri. Il motivo? Azzardiamo, ripetiamo nessun comunicato ufficiale, ma solo la mancata omologazione di alcune zattere, anche se presenti sul catamarano non rinnovate, portano alla riduzione del numero di passeggeri. Dimezzato di colpo il numero dei passeggeri trasportati. Altro scippo».

DISAGI SULLE BANCHINE –«Disagi su disagi, non dimentichiamo il calvario che i passeggeri sono costretti a subire dovendo fare il biglietto alla banchina molo azzurra ed imbarcarsi alla banchina molo Vespucci . E’ di sabato la notizia che circa 50 turisti in partenza per Ventotene dal porto di Formia con la corsa delle 09.15, sono rimasti a terra per mancanza di posto, compresi i turisti attesi dal Hotel Villaiulia e dal residence l’Elicriso. Questo disagio continuerà ancora per molto tempo. Infatti il rientro in linea della nave di Ventotene, la Tetide, è previsto “non prima di fine giugno”. Mentre l’aliscafo dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, rientrare per il 5-6 giugno».

APPELLO A REGIONE E GOVERNO –«L’Aviap, Associazione per la Valorizzazione delle Isole dell’Arcipelago Ponziano, per l’ennesima volta, vuole richiamare l’attenzione di tutti, Comune, Provincia, Regione , Prefetto e Governo , sull’accordo di programma, firmato a Palazzo Ghigi il 3 aprile 2009 tra Governo, Regione Campania e Regione Lazio propedeutico alla nascita della Laziomar spa che disciplina il rapporto tra le Regioni Lazio e Campania e le rispettive società regionali di navigazione facendo obbligo alla società aggiudicatarie di assicurare continuità del servizio durante i periodi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle navi e garantire, comunque, la disponibilità di una nave di riserva (art. 3 paragrafo b del suddetto accordo di programma)».

ESPOSTO ALLA PROCURA DI ROMA –«Il mancato rispetto di questo programma è stato anche oggetto di un esposto alla Procura della Repubblica di Roma , da parte delle Associazioni presenti sull’isola e precisamente da parte dell’ Aviap, di Ascom e dell’Associazione albergatori , per vedere se si poteva ipotizzare anche il reato di “interruzione di pubblico servizio”, ma a tutt’oggi, nulla è successo».
«La rabbia di noi imprenditori è sempre più forte. Dao che ormai siamo già nella stagione turistica, dalla qualità e dall’efficienza dei collegamenti dipende lo sviluppo economico e turistico di Ventotene e la qualità e il lavoro di tutti i ventotenesi che vedono naufragare, per usare un termine marinaro, tutti gli sforzi, anche economici, per convogliare il turismo, nazionale ed internazionale , sulla nostra stupenda isola».

TAVOLO DI CONCERTAZIONE –«Continuiamo,quindi, a chiedere ad alta voce, la soluzione del problema che è di vitale importanza per la sopravvivenza dell’isola, nonchè l’effettiva apertura di un tavolo di concertazione promesso ma che continua a subire rinvii. Anzi, da qualche tempo non se ne parla proprio più. Un tavolo cui parteciperebbero ( e avrebbero di che parlare) le Associazioni presenti sull’isola, con l’obiettivo di tutelare i diritti ed i bisogni degli isolani e le esigenze turistiche».

Marcello Musella,
presidente dell’Aviap, Associazione per la
Valorizzazionedelle Isole dell’Arcipelago Ponziano

Fonte: Corriere della Sera, Latina Oggi

This entry was posted in Cronaca, Spettacoli & Cultura and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

29 Responses to Ventotene: in balia dei pirati

  1. GIACOMO LEOPARDI - IL CANTO DEL PASTORE ERRANTE says:

    Caro ” mov. 5 stelle -addavnicapllon”
    l’associazione caponetto non parla più perchè gli hanno dato il contentino!! pensataci bene!! chi lavora con gli ombrelloni giù alla spiaggia!!???come mai l’associazione caponetto che aveva sempre trovato i difetti in tutto adesso non parla più!!! la spiaggia Calanave adesso è perfetta per l’associazione caponetto!! tutto regolare!!!! tutto a norme di legge!!!
    meditate gente meditate!!!!
    la cumbia di Adriano Celentano
    Se c’è qualcuno che c’ha voglia di ballare
    si faccia avanti, si faccia avanti
    se c’è qualcuno che c’ha voglia di cambiare
    si faccia avanti, si faccia avanti
    i funzionari del comune di Ventotene
    si fanno prendere spesso la mano
    inizian bene e finiscono male
    capita spesso che li trovi a rubare
    funzionari del Comune di Ventotene
    sembrano spesso personaggi da vetrina
    sotto la luce sono belli ed invitanti
    quando li scarti poi ti accorgi che eran finti
    e fanno cose che stan bene solo a loro
    a usufruire di vantaggi esagerati
    così abbandonano ogni tipo di decoro
    e si comportano come degli impuniti.
    funzionari del comune di Ventotene
    sembrano spesso personaggi da vetrina
    sotto la luce sono belli ed invitanti
    quando li scarti poi ti accorgi che eran finti

  2. mov. 5 stelle -addavnicapllon says:

    ATTENZIONE secondo fonti dell’ultimo momento re’ gepposso sarebbe scampato ad un aggressione stamane, da parte di una signora al momento pare nn ci siano conseguenze

  3. mov. 5 stelle -addavnicapllon says:

    a proprosito di bau bau, ma’ il dog flokk che fine ha fatto??? nn abbaia piu??? forse gli hanno messo una robusta museruola mah e l’ass. cap.nn parla piu’ di ventotene. misteri d’agosto

  4. vi voglio bene says:

    adesso tutti cercano il bau bau come mai? ma non ci sono le autorità competenti?

  5. roberta sarlo says:

    sempre per salvatore…dimenticavo di re che se noti..ho il permesso per sostare..è anche espossto..e non perchè faccio la tarzanella..come tu dici ma perchè lavoro!!!!!!!!!!!!!!!! e pensa alle magliette

  6. roberta sarlo says:

    ciao salvatore…sono la proprietaria della macchina elettrica che parcheggia su via calanave e ricarica la macchina…..non voglio fare polemiche..punto numero uno…l’unica colonnina predisposta al caricamento delle auto è sempre occupata..in un isola ad emissioni zero c’era la predisposizione di tre colonnine per caricare..quindi questa domanda ponila all’amministrazione..di certo non vado a piedi perchè non hanno eseguito tutto ciò che dovevano fare. punto numero due..l’incolumità delle persone non dipende da un filo per giunta è tutto predisposto per sicurezza da esterno…mi dispiace che per ciò che dici tre metri di marciapiede …cmq io la carico di notte…strano questo passeggio su questa via——– l’inciviltà della quale parli è ben altro…è quella sulle spiagge di chi nn rispetta le ordinanze. dei locali idem..non la mia..la mia è pura necessità..e necessità fa virtù caro fabio m. o scusami salvatore….e poi se hai qualcosa da dire sarebbe più carino che bussassi alla mia porta e me lo dicessi di persona….dimostrando di essere corretto e civile…..

  7. Salvatore says:

    Caro gerardo speriamo che facciano i controlli anche sulla calanave dove c’è sempre una macchina elettrica sulla strada carrabile in divieto di sosta e con il filo elettrico che attraversa il marciapiede ed entra in una finestra mettendo a repentaglio l’incolumità dei pedoni!!! Essendo poi l’unico marciapiede in quel tratto di strada i bambini e gli anziani sono costretti ad attraversare per non inciampare nel filo.. speriamo che non facciano figli e figliastri!!!! Perchè la macchina non viene caricata al campo sportivo dove c’è l’apposita colonnina della corrente??? Inciviltà?

  8. mov. 5 stelle -addavnicapllon says:

    un’altra cosa che stiamo notando, che i controlli evitano certe persone, specialmente per quando riguarda i nipoti di re’ gepposso ed i suoi amici intoccabili…lavorandi stranieri che lavorano al publico in nero . autisti che girano a tutto velocita’senza titolo di abiltazione,sicuramente stranieri, che NESSUNO controlla

  9. vi voglio bene says:

    ma invece di scrivere qua su pechè non scrivete a chi di dovere?

  10. madabu says:

    autorità e falsi nomi a chiedere a altri di denunciare quello che noi non siamo capaci di fare, finiamola per favore, dobbiamo avere più coraggio di denunciare o di abbandnare la nave come schiettino

  11. Georges SimenonMaigret says:

    Cari Micaele e Gerardo ma vi meravigliate per così poco nella Monarchia indipendente di Ventotene??? Ognuno fa quello che vuole l’importante che ci sia L’ASSENSO del sovrano!! e poi se non sbagli stiamo parlando di un consigliere comunale della maggioranza quindi…..! se si vuole fare una passeggiata in campagna bisogna affidarsi a Santa Candida per schivare i continui pulmini e macchine che corrono veloci, molte volte con gli autisti a telefono e senza cinture ma le autorità cosa fanno? a dimenticavo che molti pulmini sono dell’albergatore parente del sovrano quindi……!!! hai poveri ventotenesi si fanno le multe ma alla nobiltà si chiude un occhio e pure due!! e poi Ventotene non doveva essere l’isola ad emissione zero?? ma avete mai visto che smog fanno tutte queste macchine?? quanto passano si sente profumo di violette e orchidee del lontano oriente. Poi vogliamo parlare della musica a tutto volume di un ristorante!! ma non si dovrebbe esserci un limite di dicebel altrimenti è inquinamento acustico!! ? ma nessuno fa niente!! per non parlare del solito e ormai consueto discorso dell’unica spiaggia, quella di Calanave!! ombrelloni e sdraio dapertutto fino in riva al mare!! per passare i poveri turisti devono fare i salti mortali o passare dentro il mare come Mosè! ma gli ombrelloni e sdraie non dovrebbero stare minimo a 3 metri dal mare? mi sembra che sia una legge nazionale! nemmeno i bambini possono costruire castelli di sabbia a 3 mt dal mare ! ma ombrelloni e sdrai a ventotene stanno dentro il mare!!! dimenticavo hanno le concessioni!! e i poveri turisti devono pagare se vogliono usuffrire della spiaggia, altrimenti bisogna accontentarsi dei pochi spazi liberi dove si combatte una lotta senza esclusioni di colpi per poter mettere una sciugamano!! ma nella monarchia indipendente di ventotene tutto è possibile!!! le autorità compresa l’associazione caponetto non vedono e non sentono!!!! tutto è lecito!!

  12. ass.anon.vent.x la leg. says:

    va fatto subito un esposto alla procura della republica, per OMISSIONE ED EVENTUALI ALTRI REATI PERPETRATI DA PUBL. UFF. intanto va subito segnalato all’ ass. antimafia ANTONINO CAPONETTO

  13. gerardo says:

    micaela..hai ragione….non hanno chiuso puntuali..ero lì e la musica è proseguita fino a quasi le tre …

  14. micaela says:

    pirati e sirene…si ma sirene poco serie..che un estate stanno con una divisa ed un estate con un’altra….e meno male che ancora non sono venuti quelli della capitaneria di porto..altrimenti sai che concorrenza…a proposito..si raccolgono scommesse sull’orario di chiusura di stasera del chiosco….essendo molto probabilmente di turno il cavalier servente della consigliera comunale imprenditrice.che dovrebbe per prima dare il buon esempio chiudendo puntuale….lui lo sceriffo..chiuderà un occhio ed invece delle 2,30 la farà chiudere un pò più tardi..scommettiamo???????? ALLEGRIAAAAAAA….mike bongiorno avrebbe deto così..e tu caro geppino che dici??????

  15. ass.anon.vent.x la leg. says:

    ATTENZIONE!!! giovani autisti stranieri che lavorano IN NERO presso srutture DEI NIPOTI del re’ segosso, SFRECCIANO A TUTTA VELOCITA’ SULLE STRADE ISOLANE.terrorizzando i pedoni. costoro guidano senza titolo abilitativo,per trasporto persone, e in alcuni casi senza patente LE FORZE DELL’ORDINE SONO INVITATE AD INTERVENIRE GRAZIE

  16. love boat.. says:

    ahhhhhhhhhhhh l’amour..quest’isola infrange cuori..come sempre le nostre divise si lasciano sedurre e favoriscono imprenditrici dell’isola..nessuna divisa rimane impassibile di fronte al fascino delle sirene dietro al bancone..che con i loro occhioni ammaliano ora i finanzieri..ora i carbinieri traendo sempre vantaggi e profitti…a proposito..ma secondo voi è lecito per una consigliera comunale imprenditrice dell’isola frequentare una divisa che dovrebbe sercitare il controllo sul suo locale ma che puntualmente non chiude mai puntuale e non emette scontrini..mah a voi il responso!!!!!!!

  17. non c'è da stupirsi says:

    ma di cosa vi volete stupire….ventotene è un pozzo..non di S. Candida ma di danaro….le spiaggie sono miniere …e che gli importa se i turisti vengono e non trovano un posticino dove fareil bagno..che per passare ed andare a fare un tuffo devono fare la gimcana(ma non c’era una distanza prestabilita tra un lettino ed un altro) che se devi raggingere .l’altra parte delll spiaggia devi camminare con i piedi in acqua perchè i tre metri di distanza dalla battigia non sono rispettati…ma chi controlla???????? i carabinieri che fanno????????????? hanno ben consigliato ad aumentare l’orario di chiusura dei locali dalle due alle due e mezza di notte così con la loro elasticità arriveranno alle tre…..e comunque ne vedrete e ne saprete ancora delle belle…appena si scoperchia la tazza…..ps..sarà scandalo!!!!!!!

  18. DON CHISCIOTTE says:

    Il sindaco e a la giunta comunale continua imperterrita a prendere per i fondelli tutti!! ma i Ventotenesi se ne rendono conto??
    Dicono che costa troppo mettere in sicurezza la strada che passa vicino il Gabbiano, ma come c’erano i soldi per fare l’inutile tunnel , e non ci sono adesso i soldi per mettere in sicurezza quella strada??
    a chi giova costruire la nuova strada? chi è la ditta appaltatrice che si deve mangiare gli 840000 euro!! ?? proviamo ad indovinare?? facciamo un quiz e chi ci azzecca gli diamo un premio??? o già si sa chi è la ditta appaltatrice???
    🙂
    altro cemento armato con trivellazione del tufo??? chi ha la macchina che trivella ???
    ma tanto già è pronta l’espropiazione!! il cemento armato vi sommergerà! insieme all’immondizia come dicevano i nativi americani.
    Come al solito!! come nel medioevo i re con nobili! concedevano i privilegi per poter rimanere al potere!!! così si concedono appalti e si chiudono gli occhi!! poi se cade qualche pezzo di tufo le responsabilità è sempre del fato!! e ringraziamo Santa Candida che non ci è stata qualche vittima, con dei bellissimi fuochi d’artificio prima che rientra in chiesa!!
    E’ non parliamo della spiaggia Calanave!! ormai è diventata la questione più scandalosa della giunta comunale!! è uno schiaffo alla comune intelligenza !!!
    non ci vuole un genio per capire che nell’unica spiaggia di ventotene lunga meno di 400 mt e larga appena 3 non è possibile fare spiaggia libera e spiaggia in concessione! eppure in questa isola dove tutto è possibile ! e dove il tempo si è fermato a 1000 anni primi di Cristo questo è stato possibile! e adesso come dice giustamente e con obiettività “che vacanze!!!!!!!!!!!!!!! o paghi la tangente di 24 euro o altrimenti non vai in spiaggia!! perchè lo spazio lasciato libero per chi non vuole prendersi l’ombrellone è irrisorio e fa ridere !! è una schifezza ! perchè nessuno appura se è giusto questo?? dove sono le associazioni per i diritti dei comuni cittadini!!?? anche questa è una forma di tangente!! ma a nessuno è mai passato per la testa che questo è una forma di MAFIA?? chi non può pagare i 24 euro si vede costretto a non scendere nella spiaggia calanave!! ormai è diventata proprietà privata dei noleggiatori di ombrelloni!! ma la capitaneria di porto che fa???? i carabinieri che fanno??? e l’associazione caponetto/> maaaaaaaa!!!!!!!!!! TUTTO E’ NORMALE NELL’ISOLA DI GEPPO! IL RE CHE NON C’E’

  19. che vacanze!!!!!!!!!!!!!!! says:

    se ben osservate le vacanze ventotenesi hanno dei prezzi esorbitanti..a partir e dai mezzi di trasporto..ombrellone e lettino 24 euri al giorno e direi che sono anche semi abusivi in quanto in teoria hanno solo la concessione per essere messi solo all’arrivo del cliente invece già alle otto del mattino sono già tutti belli parati ..e chi non può permettersi di spendere questi soldi?????? che fa…si viene in vacanza sull’isola e l’unica spiaggia ha tre rimasugli pessimi liberi con un ammasso di gente nel resto devi pagare fior di quattrini ed è pure sporca…il nostro comandante dei carabinieri scende a controllare..anche oggi è andato. ma controlla solo là..non và all’altra spiaggia…….

  20. pirata mancato says:

    pagare due lettini ed un ombrellone 24 .euro..del resto non hai scelta c’è solo una spiaggia che già a prima mattina prima dell’arrivo dei clienti è giapredisposta con lettini ed ombrelloni….ma si può fare????????a me sembrerebbe che hanno la concessione solo per dare il lettino solo nel momento in cui arriva il cliente…poi il pezzetto della spiaggia libera è talmente piccolo che logicamente non c’è posto per tutti…ma chi si può permettere di pagare 24 euri al giorno per fareuna giornata di mare..per giunta poi non puliscono nemmeno la spiaggia….altro che pirati..questi sono pirati ladri autorizzati.non dovrebbe esserci una proporzione tra spiaggie libere e spiaggie da occupare?????????? delucidatemi grazie

  21. corrotti ovunque says:

    Oggi ennesima dimostrazione che l’impotenza di chi vuole sia seguita la regola e la legge uguale per tutti..né figli e né figliastri..lungo il calanone nel tardo pomeriggio delle persone hanno eseguito dei lavori senza nessun preavviso senza nessun cartello..usando perfino gettate di sabbione e cemento… Premetto che lì c’è un appalto vinto da anni per la bonifica..vabbè discorso lungo.. Sollecitati i carabinieri ad intervenire, dopo un ora sono arrivati ma non hanno controllato nulla: dietro front…erano impegnati a controllare cinture ed assicurazioni… Aggiustavano la strada gli scagnozzi del generale in pensione della finanza che abusivamente occupa le grotte lungo quella strada e guarda caso ad aggiustare la strada era proprio il proprietario delle stesse grotte…coincidenze???????????????????? Vorrei dire che qui si fa come si vuole …..altro che pirati……caro sindaco…ti stai coprendo di ridicolo ancora di più di quello che hai fatto fino ad ora….e cmq una volta toccato il fondo potrai solo risalire..lo spero per l’isola…

  22. IL CRITICO2 says:

    e gia’ … poi c’e’ pure la il problema crolli!

  23. Beniamino says:

    Hanno ingrandito e riempito anche punta Eolo, non c’è più posto,
    dove andranno ? Forse in mare come i vecchi pirati, lì era la loro ultima casa.

  24. IL CRITICO2 says:

    accumulate accumulate!!voi che per tutta la vita impavidi avete ampliato ingrandito insazialbimente case. stanze . e ancora case e case…ora se la vedranno i scampagnoni, a voi punta eolo.. riposate in pace!!!

  25. ciccio says:

    la colpa è di ……… e di ……… basta per favore dite solo le cose che vanno e quelle che non vanno formate comitati a favore e contro non andate a ventotene fateci andare solo chi se ne frega di tutto ciò andate a ponza come suggerito da qualcuno

  26. IL CRITICO says:

    La quella bell’ isola dov’e’ finita…. Nemmeno piu’ i profumi si riescono a sentire…

  27. ass.anon.vent.x la leg. says:

    caro ludovico il problema e uno solo, e si tratta di RE’ GEPPOSSO che continua a stare in sella per difendere gli interessi dei suoi non ha capito che deve sloggiare dal castello di cui si e barricato con i suoi …, T’NEAI!!! E CAPIT ONOOO???TE FATT I SORD CH VAI TRUVNN CHIU’ non c’e’ piu’ trippa per gatti…

  28. ludovico ariosto says:

    Racconto di un povero turista a Ventotene !!!!

    Il 2 giugno ho deciso di andare a Ventotene! un isola a cui hanno dato la ” bandiera BLU” Arrivo a Formia ed incominciano i problemi! il traghetto parte dalla parte opposta da dove vengono emessi i biglietti ( mamma mia e quanto sono cari) corro dall’altra parte per non perdere il traghetto , ecco che la finanza non mi fa salire a bordo!! e sapete il perchè, udite udite, il traghetto non ha le scialuppe di salvataggio omologate per tutti i passeggeri!! mi domando sto sognano o sono desto??? dopo uno spingi spingi!! riusciamo a salire, previa consegna di un documento valido! che ci sarà restituito a Ventotene dopo aver pagato il biglietto , che non siamo riusciti a fare, vista la corsa verso il traghetto che stava partendo!! arriviamo a Ventotene e siamo felici !! almeno via dal caos e dal traffico cittadino!! ma il porto di Ventotene sembra il centro di Milano!! sulla banchina ci sono auto di tutti i tipi, compreso il furgoncino della locale pescheria che ogni giorno viene a ritirare i pesci che arrivano da Formia e che poi rivende ai ristoranti che a loro volta spacciano ai poveri clienti come pesci locali!!!!!!! tutte queste macchine che cercano di salire a bordo senza nessun rispetto per il povero turista!!! ma ventotene non doveva essere l’isola ad emissione zero??
    come??? hanno fatto anche un convegno in Canadà ??!! non dovevano esserci solo auto elettriche?? maaaaaaaaaaa !! mistero della giunta!!
    Sulla destra del porto si apre una visione celestiale!! il deposito dell’immondizia!! che in agosto secondo me, deve rilasciare un profumo delicatissimo che accoglie i turisti al loro arrivo a Ventotene! ma non ci sono altri posti per l’immondizia? o quello è l’unico posto dove non vengono lesi gli interessi di qualcuno?? Ci consoliamo!!! ci aspetta un acqua limpida e cristallina alla spiaggia Calanave!! Ventotene è bandiera Blu!!
    andiamo in albergo ci cambiamo e corriamo al mare! acqua limpida, acqua cristallina!! ma che cosa è quella schiuma biancastra sull’acqua!! ???
    un Ventotenese ci dice che probabilmente è uno scolo in mare clandestino!! un altro ci dice che è la fogna che non regge bene!! aspita e se questa è la spiaggia blu !! figuriamoci le altre spiagge che non hanno la bandiera blu!! insomma questa vacanza a Ventotene è stata proprio…..
    Ludovico Ariosto

  29. Antonio says:

    E’ il colmo l’isola dei pirati è in balia di pirati più forti!!!!!!
    Allora effetto boomerang!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *