A Ventotene la ‘munnezza’ è d’oro

pasceLa sciroccata di due giorni fa ha ributtato nelle acque dell’area marina protetta di Ventotene il container dove viene accumulata l’immondizia di tutta l’isola. Non è la prima volta, né sarà l’ultima. E con 40.000 euro c’è pronta la ditta per il recupero, sempre la stessa, come avviene da anni.
Lo scandalo rifiuti a Ventotene, poche centinaia di abitanti su uno scoglio di appena 1,5 Km2, è storia antica. La Procura di Latina sta indagando l’ex sindaco dell’isola, Vito Biondo, e l’attuale responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, Pasqualino Romano, per sospette mazzette nella gestione proprio dei rifiuti con la Cic di Vittorio Ciummo.
Ma la storia purtroppo non finisce qui. Dopo Ciummo sull’isola sono arrivate altre ditte, e sono stati spesi milioni di euro pubblici in fantomatici progetti, tutti naufragati, di raccolta differenziata, porta a porta, isole ecologiche, ecc.
Alla fine a Ventotene, riserva naturale protetta a livello nazionale e internazionale, la ‘munnezza’ viene semplicemente stoccata al porto, in balia delle mareggiate, disattendendo sistematicamente ogni regola. Ma la puzza dovrebbe sentirsi anche in Procura.

Fonte: Telefree

This entry was posted in Ambiente, Cronaca, Politica and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

25 Responses to A Ventotene la ‘munnezza’ è d’oro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *