Ventotene: l’ormeggio è abusivo anche a Ferragosto

20130815-165018.jpgIn data 14 agosto 2013, nel comune di Ventotene (LT), i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di accertamenti tesi a contrastare le violazioni in materia di demanio marittimo, supportati anche dal personale della Brigata della Guardia di Finanza e della Capitaneria di porto di Ponza, denunciavano all’A.G., C.J. 22 enne, C.F. 54 enne, L.A. 38 enne, M.L. 35 enne, T.R. 31 enne e C.C. 28 enne, per i reati di occupazione abusiva area demaniale marittima ed esercizio abusivo attività di ormeggiatore.
Questi ultimi pur essendo tutti concessionari e detentori di autorizzazioni temporanee per uso specchi acquei ed arenili, fornivano, negli spazi a loro assegnati, assistenza a mare e a terra, servizi di guardiania e di ormeggio ai diportisti.

Fonte: H24 Notizie, Latina Oggi

Questa voce è stata pubblicata in Cronaca e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Ventotene: l’ormeggio è abusivo anche a Ferragosto

  1. Angelo scrive:

    Santa Candida Martire a Cartagine
    Etimologia: Candida = semplice, innocente, dal latino
    Emblema: Palma
    Secondo il Martirologio Romano subì il martirio a Cartagine al tempo dell’imperatore Massimiano il 20 settembre d’un anno imprecisato. Tuttavia, il Baronio non cita documenti antichi all’infuori del Galesino e del calendario della Chiesa di Cordova in Spagna. La menzione di Santa Candida vergine e martire si trova anche nei calendari mozarabici.
    Festa patronale a Ventotene 20 settembre
    Forse quest’anno Santa Candida non dovrebbe uscire. Rischia di vedere un’isola che non è più la sua, un’isola diventata proprietà di pochi grazie all’ignavia dei molti suoi cittadini, un isola ricoperta di cemento, un’isola sporca, sgarrupata, brutta, preda di imprenditori rapaci, che la sfruttano e la spremono come un limone d’estate per poi abbandonarla in inverno, un’isola in mani ad un pugno di amministratori corrotti e in malafede, dove per fare ancora più soldi si sta per sfondarne il cuore, spacciando quest’omicidio premeditato per intervento risanatore. Insomma Santa Candida se uscisse non la riconoscerebbe più, e neppure riconoscerebbe la stragrande maggioranza dei suoi concittadini.

  2. Per fortuna che sei un devoto scrive:

    Santa Candita??????????????

  3. devotoS.C. scrive:

    forse vorresti dire che vengono protetti da S. LAZZARONE???una proposta anzi il giorno di S.CANDITA…a tutti gli isolani di buona volonta’… pregate S.CANDITA che ci liberi dai MALEFICI che hai sopra menzionatoPREGATE PREGATE come faro’ io che S.CANDITA e MIRACOLOSA!!!

  4. machiestovincenzo? scrive:

    purtroppo abbiamo la sfortuna di essere amm. da persone come re’geppo.sostenuto da SQUALACCHIO E DA S.CLAUSS.due persone molto avide ed insaziabili…purtroppo godono di protezzioni molto alte…anche di S.C.

  5. malinconico a metà scrive:

    C’era un volta Ventotene, quella dove l’auto non la vedevi per un mese..dove la TV ti dimenticavi cosa fosse…dove l’ultima tappa della serata era piazza castello o al massimo un cornetto di “stramacchio” da gioacchino…tutto dopo una bella serata al CHIOSCO o al Mariposa…o proprio se vogliamo dirla tutta per i più fortunati la serata la si trascorreva in dolce compagnia e su un comodo lettino a Calanave….
    OGGI invece l’isola sembre una piccolo metropoli..internet cafè, file di ombrelloni e lettini, bar “all’anvanguardia”, pizzerie e ristorantini selvaggi stupratori della natura incontaminata…risultato: TRISTEZZA,MALINCONIA,DISPREZZO per un’isola stuprata….se Santa Candida potesse parlarvi si vergognerebbe…ma come si dice L’OCCASIONE FA L’UOMO LADRO….oppure come diciamo a Napoli “annanz o’nteress l’ammor m pass”…VERGOGNATEVI!!!!!!

  6. Bibberon scrive:

    Hai propio ragione malamente, e i veri abusi che giornalmente si ripetono davanti ai loro stessi occhi non li vedono, anzi li ignorano….

  7. Malamente scrive:

    Vogliamo vedere quello che fa jogging dove vuole arrivare…….!!!
    Peccato che non sia il massimo in fatto di equità.
    Dove vede cose che non esistono e dove le cose che esistono e si sentono fino a tarda notte, tace.
    Se i concessionari fossero donne, userebbe lo stesso metodo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *