Stretta tra avidità, familismo e interesse privato Ventotene rischia di implodere

20130429-182919.jpgNonostante la morte di Sara e Francesca sotto una frana a Cala Rossano tre anni fa, a Ventotene si continua a costruire e ad appaltare lavori pubblici per milioni di euro senza la benché minima autorizzazione su un territorio fragilissimo. La gran parte della popolazione è stufa di questa politica che ha già ucciso l’immagine di quello che un tempo era un luogo incantato, e che ora sta consegnando l’isola direttamente nelle mani della camorra, ma non riesce a rompere la vischiosa rete di intrecci familiari che la obbliga all’omertà, e al declino.

Guarda il lungo servizio di Roberto Di Giovanpaolo (9 minuti) andato in onda più volte durante la settimana su Rainews 24 e il 27/04/2013 su Rai3 a “Il settimanale Lazio” alle 12:30

This entry was posted in Ambiente, Cronaca, Politica and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Stretta tra avidità, familismo e interesse privato Ventotene rischia di implodere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *