Ventotene: l’incubo del tunnel sempre più vicino

Era quasi caduto nell’oblio, affossato dalle polemiche sollevate per l’inappropriatezza di un progetto così impattante per un isola così fragile come quella di Ventotene. Eppure ieri, quasi alla cheticella, il progetto del maxi tunnel è stato aggiudicato ad una società campana, la Sacem di Napoli, che in teoria potrebbe davvero mettersi all’opera per realizzare un affare da ben 6 milioni di euro.
Come si legge nel bando. «Il tunnel – munito di ogni accortezza tecnica possibile, dall’impianto di ventilazione passando per il rilevatore di incendi – sarà lungo 259 metri buona parte in galleria. La parte scavata – la tecnica non viene però indicata- sarà di 65 metri circa, e la parte artificiale sarà lunga circa 120. Il progetto, recita testualmente il bando, dovrà essere eseguito eliminando «il rischio frana del costone attraversato sottoposto a vincolo di rischio dal vigente Piano di assetto idrogeologico dell’autorità di bacino regionale».
Una delle opere più imponenti della storia della piccola isola dell’arcipelago pontino: una strada che serve a bypassare il porto romano e le stradine del centro per consentire il traffico della auto nella porzione di isola che si estende complessivamente per un chilometro quadrato e mezzo appena.
Un blitz che suona strano dopo quello che, nei mesi scorsi, sembrava un vero ripensamento da parte del sindaco. Molti pensano che, alla fine, il tunnel non si farà: ma chi lo dirà alle società che, per i progetti, hanno già speso decine di migliaia di euro? Un paradosso senza precedenti, il sindaco dovrà certamente spiegare.

Fonte: Dimmidipiù, Corriere della Sera, Associazione antimafia “A. Caponnetto”

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Cronaca e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ventotene: l’incubo del tunnel sempre più vicino

  1. mov. 5 stelle -addavnicapllon scrive:

    ora faremo un esposto denuncia a livello nazionale tramite il nostro mov. cosi tutta l’italia sapra’ quello che sta succedento a VENTOTENE

  2. STOP AL TUNNEL MOBILITIAMOCI scrive:

    sono stato censurato, ricorda re’ gepposso nn andrai lontano SCURN…IATO

  3. STOP AL TUNNEL MOBILITIAMOCI scrive:

    Vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *