Lettera aperta al Procuratore di Latina: “Sull’isola illegalità inaccettabile”

Un gruppo di cittadini di Ventotene ha scritto una lettera aperta al procuratore Capo di Latina Andrea De Gasperis invocando un intervento rapido per ripristinare la legalità sull’isola.
“Gentile Procuratore – si legge nella missiva – a Ventotene la situazione di illegalità diffusa è oramai diventata insopportabile e insostenibile. Da giorni l’isola brucia alla faccia dell’area protetta, ovunque sorgono cantieri abusivi, si cementano le coste e le abitazioni vengono svaligiate sempre più frequentemente. Sembra che la devastazione subita in questi anni dal territorio, costata la morte di due bambine solo pochi mesi fa, abbia contagiato ora anche le persone. Un grande quotidiano nazionale ha messo Ventotene tra le 5 principali emergenze ambientali del Paese, eppure nessuno fa nulla, nessuno interviene. Quello che sta succedendo a Ventotene è scritto sui giornali tutti i giorni, ma coloro che sono deputati a far rispettare le regole sono assenti, collusi o inefficienti, e nel frattempo l’isola muore. Per questo, Signor Procuratore, Le chiediamo di intervenire al più presto, di agire come si è agito a Ponza, di restituirci la dignità di cittadini onesti.
Questa lettera è un grido di disperazione, un’accorata richiesta d’aiuto”.

Firmato: “Un gruppo di cittadini Ventotenesi e non

Fonte: Latina24 Ore, TeleFree

This entry was posted in Lettere, Politica and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Lettera aperta al Procuratore di Latina: “Sull’isola illegalità inaccettabile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *