Ventotene isola a emissioni zero? Santomauro ci riprova

La nuova Amministrazione Comunale di Ventotene, guidata dal sindaco Gerardo Santomauro, diventa beneficiaria di un finanziamento regionale che è finalizzato a realizzare un sistema di mobilità elettrica sull’isola riducendo così il traffico e l’inquinamento, cosicché l’accoglienza e la fruizione dei numerosi percorsi culturali sull’isola siano facilitati. Parallelamente si interverrà sul miglioramento della Comunicazione implementando la conoscenza dell’Isola secondo lo slogan “Ventotene isola della pace-porta d’Europa”, uno slogan messo a fuoco all’interno del Laboratorio Civico, attivato dall’Associazione Buona Onda, nell’autunno dello scorso anno.

Per questo tipo di finanziamento la Regione Lazio ha utilizzato un meccanismo nuovo e interessante. Questi, che sono obiettivi della comunità locale e che pertanto ci si aspetta che vadano perseguiti dall’Amministrazione comunale, diventano invece obiettivi condivisi, sostenuti e partecipati anche dal mondo delle imprese. Infatti per concedere il finanziamento di 100 mila Euro, la Regione ha chiesto che si costituisse una Rete di imprese che avesse il compito di cofinanziare l’operazione e di realizzare le iniziative condivise con l’Ente Comunale.

Ben 36 imprese hanno aderito a tale invito. Esse investiranno, di proprio, altri 65 mila Euro.

Una Rete d’imprese “VentoteneEuropa” si è già costituita a marzo del 2015. Essa è anche iscritta alla Camera di Commercio di Latina, così come richiedeva il bando regionale a cui il Comune ha partecipato. Essa e le altre imprese che hanno aderito e aderiranno all’iniziativa costituiranno una compagine che concorrerà al perseguimento degli obiettivi del progetto.

Ciò, oltre ad essere una condizione che la Regione ha fortemente stimolato, tanto da coinvolgere complessivamente, su tutto il territorio regionale ben 6.000 aziende, è una modalità di cooperazione territoriale interistituzionale a cui che la nuova Amministrazione di Ventotene crede molto e che ha già sperimentato ancora prima di essere eletto. Infatti il sindaco, Gerardo Santomauro, ha già anticipato ai suoi collaboratori che ad ottobre conta di continuare il lavoro del Laboratorio Civico per portare avanti i 14 progetti attivati nell’autunno dell’anno scorso con la metodologia della “progettazione partecipata”.

La medesima metodologia è stata già anche attivata, alla fine di giugno, all’interno dell’Ente, per rivedere, assieme a tutti i funzionari e agli operatori che collaborano con il Comune, l’efficacia della Comunicazione che l’Isola esprime. Ciò in ragione del ruolo che si vuole che l’isola ricopra in Europa, del turismo che essa intende accogliere, agli interessi e alle alleanze che essa intende costituire e rafforzare per garantire sviluppo economico e occupazione ai ventotenesi, proprio come se fosse una organizzazione essa stessa.

Due sono ora gli appuntamenti programmati dal sindaco.

Il primo, previsto per metà di agosto, servirà per condividere con la struttura politica e la struttura gestionale dell’Ente le attività da realizzare e le modalità con cui seguirne il finanziamento e la corretta esecuzione delle opere.

Il secondo appuntamento, previsto all’inizio di settembre, sarà quello con le imprese della Rete. Ciò servirà per definire un Master plan di dettaglio che raccordi intelligentemente le risorse economiche effettivamente disponibili, la loro tempistica di erogazione, le attività e gli acquisti specifici da effettuare e le modalità di rendicontazione indicate dall’Ente regionale finanziatore.

A dare una mano al sindaco Santomauro e al personale tecnico del Comune, ci sarà il prof. Renato Di Gregorio, che è un esperto di progetti complessi realizzati con la “progettazione partecipata” già applicata anche sull’isola.

Fonte: elle22press.com

This entry was posted in Ambiente, Politica and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *