Ventotene, l’ex sindaco Assenso ha “venduto” gli isolani ad Acqualatina?

A Ventotene l’ormai ex amministrazione Assenso ha ricevuto un altro duro colpo. E ormai l’ex sindaco più indagato d’Italia, insieme alla sua ciurma di scagnozzi, ha aggiunto un’altra perla al Suo già notevole curriculum di fallimenti, che ha reso l’isola di Ventotene un accozzaglia di “progetti” senza ne capo e ne coda, progetti che arricchivano la sua tasca e quella dei suoi “compagni di merenda”
E’ di questi giorni la notizia che il Tar di Latina, a un primo esame, ha ritenuto fondato il ricorso, presentato dal movimento Buona Onda, sul progetto di dissalatore di Acqualatina. Meglio: ha riscontrato “apprezzabili motivi di fondatezza” sul ricorso stesso. Secondo i giudici infatti è opportuno sottoporre il progetto alla valutazione di impatto ambientale (http://www.h24notizie.com/2017/02/tar-frena-sulla-realizzazione-del-dissalatore).
Quell’Acqualatina tanto voluta da Assenso & Company, ma come diceva Andreotti a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Come mai Assenso & Co. volevano tanto che Acqualatina prendesse la gestione dell’acqua pubblica a Ventotene, con bollette esorbitanti, e come mai Assenso non sapeva niente delle due leggi dello stato la (numero 307 del 1950 e la 378 del 1967) mai espressamente o tacitamente abrogate che stabiliscono che sia a carico dello Stato la fornitura dell’acqua potabile per i cittadini delle isole?.
Ma stranamente dopo che Assenso ha ” VENDUTO” Ventotene ad Acqualatina, la figlia è diventata consulente legale esterno della società e parecchie persone, anche qualcuna in ufficio a Formia, senza concorso, sono entrate in Acqualatina.
Mistero della fede, anzi della cricca di Assenso & Co.
Ma è lungo l’elenco dei misteri che l’amministrazione di gaglioffi ha da svelare.
Per esempio perché non ci spiega del bilancio, che nemmeno il commissario prefettizio dopo ben 8 mesi non riesce a rendere pubblico nonostante le forti pressioni in tal senso dei consiglieri d’opposizione di Buon Onda.
A questo punto sorge una domanda (a pensare male si pecca ma ci si azzecca quasi sempre): il commissario prefettizio non è collusa con la cricca?? Un’affermazione forte, ma dopo otto mesi il bilancio non è uscito ancora, siamo a Ventotene ed il bilancio non è certamente quello di New York.
Mega ampliamento del cimitero con milioni di euro stanziati, quando si poteva fare lo stesso lavoro con nemmeno un quarto di soldi, come mai la cricca non ci ha pensato, a chi dovevano versare altri soldi in tasca? La domanda è semplice ed ogni Ventotenese sa la risposta.
E la grande muraglia alla spiaggia Calanave che ha rovinato uno dei più ameni posti di Ventotene? A chi L’ISOLA deve ringraziare, ma che domanda: alla cricca Assenso e company.
E l’elenco potrebbe continuare ancora per molto.
Ricordiamo che l’ex sindaco Assenso è imputato per omicidio colposo e abuso d’ufficio, e che a Marzo ci sarà il processo per le due bambine morte nel 2010, a causa di una frana.
Speriamo che la giustizia sia che Assenso sia colpevole o innocente, faccia il suo corso, SENZA RICORRERE AL DEPLOREVOLE MEZZO DELLA PRESCRIZIONE.
La cosa che sconvolge di più e che il pluri imputato Assenso, anche se non si presenta lui personalmente, sta preparando una lista da presentare alle prossime elezioni! È mai possibile?. Vuole continuare a rovinare Ventotene? Portarla alla definitiva morte?

Fonte: Telefree

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Ventotene, l’ex sindaco Assenso ha “venduto” gli isolani ad Acqualatina?

  1. FORCONI scrive:

    Acqua, affari, soldi e politica:
    la “privatizzazione” fatta dai soliti noti
    http://www.acquaprilia.altervista.org/documenti/acqua1.pdf

    La Società Acqualatina S.p.A. si è costituita in data 25 luglio 2002
    Acqualatina S.p.A. è il gestore del Servizio Idrico Integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale n.4 – Lazio Meridionale. E’ una società mista a prevalente capitale pubblico (il 51% del capitale è detenuto dai Comuni dell’ ATO4 in proporzione alla popolazione residente).Il partner industriale di Acqualatina S.p.A. è stato selezionato tramite una gara europea per la scelta del socio a cui affidare il 49% del capitale societario e la responsabilità della gestione.
    Parti correlate
    Nel seguito vengono indicate le parti correlate della Acqualatina S.p.A . Idrolatina S.r.l. è l’azionista privato di minoranza che detiene il 49% delle azioni di
    Acqualatina S.p.A.
    Gli azionisti di Idrolatina S.r.l. sono :
    -Veolia Eau-Compagnie Générale des Eaux S. C.A. (96,607%)
    -Acqua S.r.l. (0,100%)
    -SIBA S.p.A. (0,100%)

I commenti sono chiusi.