Miracolo a Ventotene: il sindaco Assenso “moltiplica” le tessere Laziomar

20140226-211653.jpg“Spett.le Sindaco, con la presente vorrei darLe la giusta (dal mio punto di vista) interpretazione della concessione data all’isola di Ventotene riguardo un passaggio di nativi a tariffa agevolata. Ho ritenuto che fosse un gesto semplice e limitatissimo rilasciare una tessera a prezzo agevolato ai nati a Ventotene, ma non attualmente residenti, considerando che il numero è di circa una quindicina e che non ci sono più nascite a Ventotene da circa 50 anni. Certo di non aver fatto alcun tipo di discriminazione, porgo distinti saluti”. Così Michele Lauro scrive al sindaco di Ponza Piero Vigorelli la concessione di tariffe agevolate ad alcuni ventotenesi nati sull’isola.

“Questa lettera del Direttore Generale di Laziomar – commenta Vigorelli – mette fine a una serie di speculazioni che si sono alimentate nei giorni scorsi.

La prima riguarda il collega sindaco Geppino Assenso, che in un suo comunicato aveva sbandierato ai quattro venti che Laziomar aveva concesso una tessera per biglietti ridotti ai nativi di Ventotene. In pratica a tutte le famiglie ventotenesi di origine che sono residenti in altre città italiane o nel mondo.

Era una grandissima “balla”: come rettifica Laziomar, la tessera riguarda solo una quindicina di “nati” sull’isola, non i “nativi”.

La seconda speculazione riguarda l’ex sindaco Franco Ferraiuolo, che si è subito precipitato a chiedere e a pretendere dal Sindaco che anche i “nativi” di Ponza avessero la stessa tessera dei ventotenesi. Visto come stanno veramente le cose, Ferraiuolo ha perso una occasione per tacere. Un’altra ancora.

Ovviamente è molto facile ragionare e fare progetti, soprattutto quando i soldi sono degli altri. I “nativi” ponzesi, in Italia e all’estero, sono infatti alcune migliaia. I “nati” a Ponza dal dopoguerra a oggi sono alcune centinaia.

Di questo l’ex sindaco non ne ha tenuto conto oggi. E del resto non lo ha fatto neanche quando era sindaco.

Con l’attuale Amministrazione, invece, la Laziomar finalmente privatizzata ha avuto un rapporto splendido.

– Abbiamo ottenuto oltre 500 corse in più da Formia-Anzio-Terracina e questo ha consentito un notevole incremento di turisti (da Anzio e Terracina, oltre il 100 per cento in più rispetto all’anno scorso)

– Abbiamo concordato orari estivi che si sono rivelati perfetti (nonostante la contrarietà dell’ex sindaco Ferraiuolo)

– Abbiamo ottenuto la bigliettazione gratuita per tutti gli atleti della Polisportiva di Ponza

– Abbiamo confermato i biglietti ridotti per tutti gli operatori (professori, dipendenti comunali, dipendenti di banche, medici, e altre attività) realmente pendolari ogni settimana

– Abbiamo ottenuto biglietti gratuiti per molti artisti che sono venuti a Ponza per gli eventi estivi

– Abbiamo concordato migliori orari invernali, anche per favorire genitori e studenti chi vengono a Ponza nel weekend

– Fra qualche giorno saranno ufficializzati gli orari estivi del 2015 già concordati (una cosa mai vista prima).

Rispetto alla tesserina per una quindicina di ventotenesi, tutto questo ci sembra molto più importante e molto più utile per gli isolani e l’economia di Ponza”.

Fonte: H24 Notizie

This entry was posted in Cronaca, Politica and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *