Tragedia di Ventotene: bastava un cartello

Athena Raco

Athena Raco

«Tutta l’isola era formata da tufo friabile, e anche quella spiaggetta era a rischio. Ci era stato detto, ma nessuno ci ha fatto togliere da lì sotto». È quanto ha raccontato al Tg1 Athena, la studentessa sopravvissuta al crollo di Ventotene, avvenuto tre anni fa, nel quale morirono due studentessa, Sara Panuccio e Francesca Colonnello.
Secondo la ragazza, la tragedia di Ventotene poteva essere evitata «con una semplice rete o un cartello, solo con quello, perchè nelle altre spiaggette c’era la rete. Andare in gita scolastica in un campo scuola e poi non esserci più è irrazionale».
Athena, che frequenta un liceo artistico, ha ricordato Sara e Francesca suonando il violino. «La musica – ha detto – è anche un modo per stare vicino a Sara e Francesca perché la musica era come la loro voce per me».

Guarda il TG1 del 27/03/2013 al minuto 28,44

 

Fonte: Latina 24 Ore, TG1

This entry was posted in Cronaca and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Tragedia di Ventotene: bastava un cartello

  1. ATTENZIONE L'ISOLA E PERICOLOSA!!!CONTINUANO I CROLLI says:

    ATTENZIONE ARRIVANO DI NUOVO CAMPI SCUOLA… L’ISOLA CONTINUA A FRANARE!!!E PERICOLOSO!!!

  2. Elena says:

    LO DOBBIAMO GRIDARE E SCRIVERE OVUNQUE:
    Pensate a quando si poteva e non avete voluto.
    Lentamente muore chi diventa schiavo del denaro e della menzogna
    Non lasciamoci corrompere le coscienze , giustizia per Sara e Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *