Gli Assenso, famiglia pigliatutto

Da ieri mattina i terminali di tre storiche biglietterie marittime di Formia, Ponza e Ventotene sono disattivati. All’apertura delle proprie attività, sul territorio da decenni, i circa dieci dipendenti  delle monomandatarie Agenzia Marittima cap. F. Iannaccone, Ditta Allocchio Vittorina e Regine sas, che fino a ieri emettevano biglietti da e per le isole, hanno scoperto di non poter svolgere il proprio lavoro, a sentire loro, “senza alcuna comunicazione preventiva”. Dalla Capitaneria di Porto non sono state rilasciate dichiarazioni ma sembrerebbe che una nota, almeno presso quegli uffici, sia arrivata già ieri.

A garantire la bigliettazione al porto è dunque sopravvenuta una nuova ditta: la Pandataria Travel Agency di Vincenzo Assenso, di fatto ora monopolista per questo servizio con le isole pontine. Parenti del primo cittadino, gli Assenso sono anche proprietari del Cala Battaglia Hotel, e vantano tra i propri avi un armatore e precursore dei collegamenti marittimi con l’isola, il capostipite Nicola. Quello che però non convince gli altri titolari di biglietteria è la modalità con cui sono stati, di fatto, revocati i contratti che sarebbero scaduti, è stato dichiarato questa mattina, soltanto il prossimo dicembre.

Ad affidare l’incarico la Compagnia Laziale di Navigazione (società costituita da Snav – del gruppo di Gianluigi Aponte, secondo operatore mondiale nel campo dei trasporti – Alilauro e Medmar), che dal luglio dell’anno scorso gestisce i trasporti marittimi, dopo aver conseguito un appalto per i prossimi dieci anni, che ha fatto ritornare gli armatori campani, dopo un periodo Laziomar, alla gestione dei collegamenti marittimi del Lazio. Come ebbe a dichiarare nel luglio 2013 il presidente di CNL e Ad di Snav. Aiello.

Le tre biglietterie estromesse hanno nel frattempo fatto arrivare una nota in cui osservano come: “Da oggi il servizio di bigliettazione è a rischio. Registriamo purtroppo la volontà grave; del nuovo gestore privato, ma sovvenzionato direttamente dalla Regione Lazio, di non onorare i contratti in essere conclusi con l’allora società regionale. A supporto di questo indirizzo c’è stata anche la rivendicazione delle attrezzature in nostro possesso per contratto. Da quanto si apprende sembrerebbe che il servizio di bigliettazione è stato affidato da subito ad una società terza senza attendere la scadenza dei nostri mandati stabilita contrattualmente al 30 dicembre prossimo. Tutto questo – proseguono – accade alla vigilia delle vacanze pasquali, primo ponte di primavera e banco di prova dell’intera stagione turistica per Ponza e Ventotene. Giova ricordare che per l’effettuazione di questo delicato servizio, oltre ad una congrua organizzazione del lavoro che consente di rispettare i tempi e le procedure dell’imbarco ci sono diversi obblighi, a cui non siamo mai venuti meno in questi anni.

Da diversi decenni mentre i diversi armatori si sono succeduti alla guida della compagnia di navigazione che assicura i collegamenti con le isole pontine, le ditte hanno sempre assicurato le loro prestazioni in maniera impeccabile. Tra titolari e dipendenti, sono impegnate attualmente una decina di unità lavorative. Abbiamo già chiesto al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e ai sindaci del comprensorio di tutelare la dignità nostra e dei nostri dipendenti, intervenendo sull’armatore finanziato con risorse pubbliche per indurlo a rispettare i contratti vigenti cui è legata la vita delle nostre aziende”.

Fonte: H24 Notizie, Il Punto a mezzogiorno, Corriere della Sera

Posted in Cronaca | Tagged , , | 2 Comments

Che bell’inizio di stagione!

20140415-183754.jpgSono partite con forte ritardo questa mattina le corse per le isole di Ponza e Ventotene. La sostituzione delle agenzie di bigliettazione “Cap. F. Iannaccone”, sul molo azzurra di Formia, “Allocchio Vittorina” e “Regine sas” per Ponza e Ventotene con l’agenzia “Assenso” ha provocato infatti rallentamenti nell’erogazione del servizio e preoccupazione tra gli operatori turistici per il week end di Pasqua.

Ieri la Laziomar, che ritiene concluso il contratto, aveva annunciato l’invio presso le tre aziende di un emissario per il ritiro dei computer per l’effettuazione dei biglietti. Procedura però rimasta infruttuosa. Questa mattina infatti l’agenzia Assenso, ha svolto il servizio annotando a mano i nominativi dei passeggeri. Ore drammatiche per una decina tra dipendenti e titolari delle tre agenzie, finiti improvvisamente senza lavoro, nonostante il settore non presentasse crisi occupazionale. In una nota invece gli imprenditori, da 60 anni a servizio della linea, rimarcano la validità del contratto in loro possesso fino al dicembre 2014.

Del caso sono stati interessati i sindaci del comprensorio ed il presidente della Regione Nicola Zingaretti. La Laziomar, anche se privatizzata, assicura il servizio grazie ai contributi pubblici.

Fonte: Il Messaggero

Posted in Cronaca | Tagged , , , | Leave a comment

Soccorso aereo a Ventotene

20140412-190518.jpgDue voli notturni per salvare due vite. È grazie agli uomini dell’Aeronautica Militare se è stato possibile trasferire in tempo per le cure due persone.
L’ultimo trasporto sanitario d’urgenza pochi giorni fa: un uomo di 68 anni di Ventotene era in peritonite e rischiava di morire. Immediatamente è scattato l’allarme. Da Pratica di Mare si è levato in volo un HH3F dell’85° centro combat sar del 15° stormo con a bordo due piloti, due operatori di bordo, un aerosoccorritore e un aiutante di sanità. L’elicottero ha fatto scalo a Latina per recuperare il medico e poi, di qui, a Ventotene dove l’anziano è stato caricato a bordo, stabilizzato e poi trasportato all’aeroporto del 70° stormo, nel capoluogo pontino. Da qui con un’ambulanza fino all’ospedale Goretti.

Un volo che ha richiesto l’utilizzo, da parte dei piloti, degli NVG, i visori notturni necessari per poter effettuare un atterraggio in condizioni complicate dovute all’asperità del territorio dell’isola. Lo stesso equipaggio tra l’altro aveva compiuto, lo scorso 5 aprile, il recupero di una persona colpita da infarto all’isola di Ponza. Ogni giorno e ogni notte, con ogni condizione metereologica gli equipaggi militari sono pronti a levarsi in volo per risolvere queste emergenze.

“Ci sono condizioni e situazioni in cui solamente noi possiamo intervenire – racconta il maggiore Marco M. , del quale, per motivi di sicurezza, non si può citare il cognome – Infatti di notte noi siamo dotati di visori notturni che ci consentono di effettuare atterraggi in aree ostiche come le isole pontine dove il vento molto spesso rappresenta una grande difficoltà”.

Fonte: Il Messaggero

Posted in Cronaca | Tagged , | 1 Comment

I Ventotenesi sono stufi dei loro amministratori?

Carissimo Sindaco e amministrazione di Ventotene
che avete in mano le redini delle nostre sorti, fatevi un esame di coscienza per questa nuova stagione estiva che sta arrivando, autosospendetevi a tempo indeterminato per amore di Ventotene e dei Ventotenesi che osannate tanto e che dite di avere a cuore.
I Ventotenesi hanno capito che forse è meglio stare senza di voi, almeno finchè non farete dei gesti concreti e finalmente credibili ai nostri umani occhi, visto che voi siete degli dei intoccabili e ve ne fregate altamente di noi poveri ventotenesi che tutto l’anno viviamo su questo scoglio.
Certo, voi non avete tempo per vedere come siamo ridotti il traghetto o l’aliscafo parte o non parte? La fogna funziona? Ci sono le luci? Quando piove le strade si allagano? Cade un altro pezzo di ventotene? 2 o forse 3 vigili urbani a ventotene? Costruzioni abusive? Morte che vi stanno sulla coscienza come macigni? Posti dati a parenti ed amici? Pensioni di invalidità a chi va in cerca di asparagi e funghi? Costruzioni abusive solo per qualche voto in più? Costruzioni che non servono a niente, come la stazione marittima, centro polivalente, imbellimento di facciate a case di privati, balconi costruiti abusivamente nel centro storico? Posti al comune per intere famiglie? E l’elenco potrebbe continuare……..
…cosa v’importa?

Il vostro unico impegno è accumulare voti e soldi., soprattutto soldi!!

Siete assillati dai voti e dai soldi .Ve li sognate anche di notte e fate a pugni per raccoglierne il più possibile.
Parlate di onestà, di diriitto, di giustizia, di fare, del bene comune, di onestà o, sparlate?
Siete così presi da voi stessi che siete diventati come delle marionette imbizzarrite che si dibattono su Ventotene .Ma per cosa?
Per accumulare soldi solo soldi? Forse che prima che i Ventotenesi si rendono conto chi veramente siete? E come accumulate soldi? Coi nostri sacrifici che non basteranno mai comunque, visto che siete voi stessi un pozzo senza fondo? Tasse aumentate, ed il turista viene sempre di meno, a causa della vostra politica.
Molti di voi sono ormai malati di soldi ( vedi gli Assenso, i Santomauro, i Pennacchia ecce cc) e non riescono a guardare aldilà del loro naso. Sono entrati in un circolo vizioso più grande di loro e sono stati assorbiti dalle sue spire stritolanti. Non sarebbe grave se la cosa rimanesse ristretta a questo, ma il guaio è che nelle spire portate dentro tutta Ventotene e sociale della nostra povera Ventotene spolpata da chi riesce meglio.

Ventotene non è divisa da chi è pro e chi è con l’amministrazione, ma solo da chi trae benefici e da chi guarda la fine di un isola

Ci sono gli affamati di giustizia, di legalità, di rispetto, di fiducia, di pane…e poi ci siete voi eterni predicatori e venditori di fumo.
Ma non si campa col fumo.
Solo voi campate. I ventotenesi ( quelli onesti) sono stanchi dei vostri dibattiti incolori e senza forma. E’ stanco dei vostri sprechi alla faccia della povertà in cui ci state portando TUTTA vENTOTENE . E’ stanco degli scandali insulsi in cui siete coinvolti. E’ stanco di subire la vostra burocrazia e la vostra inettitudine
nel tenere le redini di Ventotene. E’ stanco delle vostre poltrone intoccabili e tramandate di generazione in generazione. ( ASSENSO, VERDE, SANTOMAURO)
Per favore, abbiate rispetto DEI vENTOTENESI
Stiamo subendo un terrorismo psicologico da mattina a sera, ascoltando e leggendo a destra e a manca i vostri nomi che rimbombano ovunque e ci assillano come un ‘infinita tortura.
Basta, per favore!
Se volete risultare almeno un poco credibili, piuttosto che vendere fumo, rEgalate qualcosa di vostro.Fate dei gesti concreti.

Piuttosto che rovinarci quel che resta di questa vENTOTENE , lasciateci almeno un po’ in pace in e sparite DAL COMUNE E DA vENTOTENE
Andate in vacanza!

Vi siete presi tutto, vi prenderete tutto…
Come si fa con i condannati, lasciateci almeno un ultimo desiderio. Oscuratevi almeno per QUESTA ESTATE
Divertitevi alla nostra faccia brindando col migliore champagne.Volate in isole tropicali da sogno, ma per favore lasciateci vivere in pace QUESTA ESTATE così penoso A a cui ci avete costretti. Cosa vi costa? Paghiamo tutto noi!

Ed allora cambiamo musica.

Con quale coraggio vi sedete a tavola a mangiare ostriche e champagne sapendo che Ventotene sta morendo ? Con quale coraggio vi prendete i soldi del vostro stipendio? Con quale coraggio dormite la notte, non vi vengono gli incubo per i morti che avete sulla coscienza..? Con quale coraggio cercate di mettervi la coscienza a posto con le pensione di invalidità date?
Con quale coraggio andate in chiesa a Santa CANDIDA!? Cercate forse di mettere a posto la Vostra coscienza? Ma come disse Giovanni Paolo II verrà il giudizio di Dio….!
Come disse Assenso Padre prima che loro fregano me io ho già fregato loro!! Fregare fregare fregare è la Vostra parola d’ordine

Con quale coraggio ci raccontate ancora favole quando ci rubato anche i sogni?

Per favore, abbiate rispetto per I vENTOENESI stanchi e demoralizzati.

Fonte: TeleFree

Posted in Lettere | Tagged , , , , , | 3 Comments

Non dimentichiamo

Sono passati 20 anni dall’uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin a Mogadiscio. Siamo ancora in attesa di sapere perché.

Posted in General | Leave a comment

Ventotene: amministrazione a senso unico

20140319-211245.jpgIl Comune di Ventotene, dopo quattro anni di silenzi, deve pronunciarsi sulla richiesta fatta da Vincenzo Assenso di una concessione demaniale marittima e di un permesso per realizzare due campi boe, in località Parata Grande e Cala Nave. E deve farlo in fretta. Il Tar di Latina ha accolto il ricorso dell’imprenditore isolano e ha dato 30 giorni di tempo al Comune per esprimersi sull’istanza presentata dal ricorrente nell’ormai lontano 21 giugno 2010 e successivamente invano sollecitata.
In caso contrario interverrà come commissario ad acta il comandante del locale Ufficio marittimo e le spese verranno poi addebitate al Comune.
L’ente pubblico, tra l’altro, aveva sostenuto che non poteva pronunciarsi mancando ad Assenso la valutazione di impatto ambientale. Nonostante l’imprenditore abbia chiesto e ottenuto dalla Regione la via, il Comune era però rimasto ugualmente muto. Ora è scattato l’ultimatum.

Fonte: H24 Notizie

Posted in Cronaca, Politica | Tagged , , , , , | Leave a comment

Povera Ventotene, distrutta per sempre dalla cupidigia

Le foto parlano più degli uomini, soprattutto non dicono bugie per difendersi.
Ma anche la natura parla, Cala Rossano ha ceduto perchè gli hanno tolto un pezzo per sostenere la strada.

In una lettera del 17 gennaio 2007, il direttore del ministero dell’Ambiente, Mauro Luciani, informava Comune e Regione:
“Con il Piano strategico per la difesa del suolo, sono stati erogati 219 milioni di euro per gli interventi urgenti nelle aree a elevato rischio di dissesto”.
Tra queste, quelle di Ventotene, con l’assegnazione di un milione 790 mila euro.

Perché con quei fondi non sono state messe in sicurezza le aree che, sicure per il Piano regionale di assetto idrogeologico, erano state già segnate da cedimenti e crolli?

È quanto vuole appurare la procura. Gli inquirenti indagano anche sui lavori eseguiti, 7 anni fa, nella strada sovrastante Cala Rossano, con trivelle e ruspe, un forcing per quelle rocce stanche di stare in parete.

Una foto di Jon Worth del 2005 [dove, tra l'altro (clicca sulla foto per ingrandire), si vede chiaramente che la zona dove sono morte Sara e Francesca era ben transennata e tabellata allora, altro che "nessuno sapeva..., nessuno poteva immaginare..." - NdR]

image
…messa a confronto con le immagini di un filmato del 1977 di Jan Herrentals…

…E’ la testimonianza di quanto gli uomini hanno deturpato l’ambiente e sottovalutato la vita di chi è morto.

Fonte: TeleFree

Posted in Ambiente, Cronaca | Tagged , , , , | 20 Comments

Quante se ne vedono, a Ventotene

« Io ne ho viste cose a Ventotene che voi normali persone non potreste immaginarvi,

navi che non partono da Formia e che l’amministrazione se ne frega!
L’isola in fiamme ma 5 vigili del fuoco che noi paghiamo non fare niente ma solo villeggiare
e ho visto soldi spesi per opere inutili come il centro polivalente, stazione marittima e piazza mai finita
Ho visto soldi del comune spese per fare facciate a privati ( e noi paghiamo)
Ho visto dare posti di lavoro a persone senza concorso come il vigile urbano, solo perché figlio del portaborse Biagio!
Ho visto posto di ormeggiatore dato a chi è parente del sindaco
Ho visto posti sulla Laziomar solo per qualche voto in più
Ho visto pensioni di invalidità e accompagnamento date a chi è sano come un pesce
Ho visto lavori socialmente utili dati a persone che già prendono pensioni di invalidità
Ho visto il posto di direttore del parco dato a chi ha parenti al comune
Ho visto costruzioni e appalti dati ad una sola ditta solo perché soci in affari del sindaco
Ho visto la fogna che non funziona ma tutto va bene e si spendono soldi per altro
Ho visto pescherie che vendono pesce surgelato per fresco
Ho visto costruzioni abusive diventate legali con un condono
Ho visto un albergo completamente abusivo ma condonato perché nipote del sindaco
Ho visto un sindaco imputato per omicidio colposo, che imperterrito sta sul trono,
Ho visto altre cose in questo regno che mi è duro descrivere.

E tutti quei momenti speriamo che andranno perduti nel tempo
come lacrime nella pioggia.
È tempo di dimettersi amatissimo sindaco Giuseppe Assenso. »

Fonte: TeleFree

Posted in Lettere, Politica | Tagged , , , | 3 Comments

Ancora una richiesta di dimissioni per il sindaco “omicida”

Il Sindaco di Ventotene Giuseppe Assenso

Il Sindaco di Ventotene Giuseppe Assenso

Carissimo e amatissimo Sindaco di Ventotene nonché Dottore GIUSEPPE ASSENSO, non stiamo qui ad elencarvi come hanno fatto altri, forse in modo poco onesto e obbiettivo le sue origine, anche perché siamo nel 2014 e non interessa a nessuna a chi era figlio o nipote. Ma vogliamo semplicemente dirle che forse è veramente giunta l’ora di dimettersi e di vivere in santa pace una serena e onesta vecchiaia?’
In nove anni dalla sua elezione cosa ha dato a quest’isola?
Lei mi risponderà posti di lavoro! Si sicuramente ma a chi? In comune sono impiegati mariti e moglie, parenti e amici degli amici ! di chi è il posto di ormeggiatore al porto! Ci risponde carissimo e amatissimo Sindaco di Ventotene, di chi è il posto di polizia municipale? È del figlio del suo guarda spalla, nonché porta borsa come si può vedere dal filmato che gira su internet , che lo difende a spada tratta! E adesso è previsto un altro vigile indovinate a chi è figlia? A l’assessore alla cultura o alle risorse economiche! Non vi sembra carissimo sindaco che sia un po’ troppo? In Sicilia c’è la Mafia, in Campania la Camorra, in Calabria la ndragheta, in Puglia la Sacra Corona Unita a Ventotene regna la sacra famiglia Assenso, Santomauro Unita
Vediamo a chi sono stati dati gli appalti e chi riesce a costruire villaggi turistici impunemente a Ventotene e tutto sotto gli occhi di un esercito di Guardia di Finanza, Capiteneria di Porto e Carabinieri la domanda è ovvia alla Ditta Santomauro sponsor e consiglieri occulti del nostro amatissimo sindaco
Hanno costruito un centro polivalente costato milioni, già in odore di camorra , ma che non è stato mai utilizzato e già ci sono stati spesi milioni per ristrutturarlo
E’ stato costruito un pontile in legno per i portatori di Handicap costato circa 80000 euro indovinate un po’ da chi? dal nipote dell’ingegnere del comune che ha fatto anche il progetto!! Ma ci domandiamo non si fa caso a tutto le colate di cemento che ci sono sull’isola e qua bisogna costruire una pontile in legno che viene ritirato a fine stagione, e quindi altri soldi che i cittadini ventotenesi danno.
A chi è stato dato il posto di direttore del Porco Marino, pardon Parco Marino al nipote di chi ha già un impiego al comune e la moglie alla scuola, con tutto il rispetto per la sua competenza ma non ci può essere un conflitto di interessi, sempre meglio del precedente direttore che veniva solo a prendere lo stipendio a ventotene.
La fogna che d’estate non funziona come mai non viene mai aggiustata e i turisti sono costretti ad avere sotto il naso l’odore sublime della fogna. Chi l’ha costruita e ideata il fratello del Sindaco, la buonanima di Salvatore Assenso, perché non gli intitoliamo la fogna da lui ideata per ricordarlo.
Piazza castello orgoglio di ventotene, finita a metà.
Ventotene che dovrebbe essere ad emissione zero circolano auto a benzina e a naft tranne che auto elettriche, perche quelle sono state elettri affidate ai parenti commercianti o a finanzieri per uso privato
Luci inesistenti nella parte alta di Ventotene! Bisogna attrezzarsi con luci per raggiungere l’albergo del nipote del sindaco, quasi tutto abusivo !
Vogliamo parlare dell’immondizia differenziata e di quando gli isolani pagano? E che gia per ben tre volte il mare ha portato via cassonetti di immondizia, ma tanto che importa al nostro amato sindaco lui non c’è mai ! e paga la regione, lo stato e la provincia.
Trasporti che sono uno schifo per mantenere termini decenti.
I turisti scommettano se partono o no
E la stazione navale che è stata costruita al porto ci può dire il nostro amato sindaco a che serve a parte che già il ferro incomincia a farsi vedere e fra un paio d’anni sarà da ricostruire, ma che importa al sindaco lui non vede e non sente
E si potrebbe continuare ma il nostro amato ed eccelso sindaco non importa niente, come Nerone che mentre Roma bruciava suonava la cedra, così lui sta la immobile a vedere Ventotene morire giorno dopo giorno, tanto basta un lavoro in laziomar, o al comune , una pensione di invalidità data a chi è sano come un pesce , per ottenere voti per la prossima elezione, e se non è per lui sarà per un suo nipote o un suo amico, l’importante che la sacra famiglia Assenso Santomauro Unita non perde mai il potere e di continuare a mangiare ed abbuffarsi.

Carissimo Sindaco se non lo vuoi fare per Ventotene diventato ormai un tuo feudo e tu come imperatore non intendi abdicare, fallo almeno , per ancora quel poco di pudore di appartenere al genere umano e che chiede rispetto per 2 morti e per una persona che ancora porta le ferite vive sulla propria pelle
DIMETTITI!!!! DIMETTITI !!! DIMETTITI !! DIMETTITI!!
GRAZIE E ASPETTIAMO RISPOSTE CERTE E NO , UN NON SO, NON C’ERO, NON VEDO

PS. . potete fare come le tre scimmiette Sindaco Assenso non vedo, il portaborse Biagio, non sento, C.Santomauro ,non parlo.

Fonte: TeleFree

Posted in Lettere, Politica | Tagged , , , , | 22 Comments

Ventotene merita di più

20140307-003126.jpgDavvero si fa fatica a rimanere impassibili davanti all’ articolo della settimana scorsa rivolto al sindaco di Ventotene
Questo messaggio in pochi giorni ha fatto il giro dell’ isola e non solo, ferendo il sindaco ed i cittadini Venotenesi ma ancor più offendendo la famiglia Assenso e continuandone ad infangare i ricordi e la memoria gratuitamente.
Trapela un odio profondo, un rancore infondato che ricorre al passato. Si rammenta che Alberto Jacometti per i fatti scritti nel libro e che l’ articolo riporta sulla famiglia Assenso è stato condannato a pagare una somma di denaro a titolo di risarcimento danni per diffamazione.
Un rancore che non ha ragione di esistere verso il nostro sindaco, da sempre impegnato a tutelare le esigenze dei Ventotenesi e le problematiche della nostra terra.
Invece di costruire inutili accuse perché non convogliare le energie per proporre soluzioni concrete e nuovi progetti per rilanciare turismo, subacquea , pesca, agricoltura, riconvertire il centro polivalente ….è certamente meglio di stare alla finestra e puntare il dito mentre tutta l’ economia isolana stenta a crescere.

Fonte: TeleFree

Posted in Lettere, Politica | Tagged , , | 5 Comments