Ritrovato senza vita il ragazzo scomparso a Ventotene

Carmine Taliercio

Carmine Taliercio

Ritrovato intorno alle 15:30 di oggi il corpo di Carmine Taliercio

E’ finita nel peggiore dei modi la ricerca del ragazzo di 24 anni scomparso il 13 agosto sull’isola di Ventotene. Il corpo del 24enne è stato ritrovato questo pomeriggio nel mare antistante la spiaggia di Parata Grande. Già dalle prime ore della scomparsa si temeva il peggio. L’auto del giovane infatti era stata ritrovata sull’isola vicina ad un costone. Lo stesso punto dove sua cugina un anno fa si è tolta la vita. Al momento l’ipotesi più plausibile è che anche in questo caso si sia trattato di suicidio. Vasto dispiegamento di forze dell’ordine, capitaneria di porto e vigili del fuoco alla ricerca del ragazzo. Le ricerche sono continuate anche nella giornata di oggi fino al drammatico epilogo. Il corpo è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto l’esame autoptico. Sconvolta tutta la comunità dell’isola.

Fonte: Latina Press, H24 Notizie, Il Messaggero, Radio Luna, Corriere di Latina, Corriere della Sera, Repubblica

Posted in Cronaca | Tagged , , , , | 1 Comment

Buon Ferragosto!

image

Posted in General | Leave a comment

Scomparso un ragazzo a Ventotene

Non si hanno più sue notizie da ieri sera. Così questa mattina è scattato l’allarme per la scomparsa di un 24enne di Ventotene. Sull’isola sono tutti a lavoro, vigili del fuoco, carabinieri, anche il sindaco Giuseppe Assenso sta partecipando alle ricerche.
Alle 7,30 di questa mattina la sala operativa dei vigili del fuoco è stata allertata dalla Prefettura di Latina, che sta coordinando il lavoro.
Per ora si concentrano su un unico elemento: l’auto del giovane, Carmine D.A., è stata rinvenuta ai bordi di un costone nei pressi di Punta Pascone. Proprio in quel punto, il 18 agosto dello scorso anno, la cugina del giovane, una giovane ragazza, si è tolta la vita, lanciandosi nel vuoto, nel giorno del suo 19esimo compleanno.
Tanta apprensione per le sorti del 24enne. Le ricerche comunque stanno proseguendo a ritmo serrato: la task force dei vigili del fuoco comprende diversi mezzi e tanto personale, unità cinofile della direzione regionale, con i cani addestrati per la ricerca di persone, e diversi nuclei speciali.
Da Ciampino si è alzato un elicottero, il Drago 63, con i suoi piloti che si stanno adoperando per fare da spola tra la terraferma e l’ isola di Ventotene per trasporto uomini, mezzi e strumentazioni necessarie per le operazioni di ricerca.

Fonte: Latina Today, Il Messaggero, Corriere di Latina, Latina 24 Ore

Posted in Cronaca | Tagged , , | Leave a comment

Decima edizione di Ventoclassic, il festival di musica classica di Ventotene

Martedì 12 agosto, con il concerto “Napoli voce e chitarra” che vedrà ospiti la straordinaria interprete napoletana Fiorenza Calogero, accompagnata dal chitarrista Marcello Vitale, prende il via sull’Isola di Ventotene il Festival di Musica Classica “Ventoclassic”, giunto quest’anno all’importante traguardo della sua 10ª edizione. La manifestazione, promossa dall’Area Marina Protetta-Riserva Naturale Statale “Isole di Ventotene e S. Stefano”, con il patrocinio del Comune di Ventotene, in collaborazione con l’Associazione “Accademia Mediterraneo Arte & Musica”, si svolgerà lungo l’intero mese di agosto, animando di eventi di qualità i suggestivi luoghi storici e paesaggistici della splendida isola. Il cartellone, redatto dal direttore artistico del Festival, il chitarrista Piero Viti, ideatore della manifestazione, vede la partecipazione di illustri artisti di fama internazionale.

Ad aprire la 10ª edizione del Festival, martedì 12 agosto alle 22 in piazza Chiesa, sarà una delle maggiori voci femminili partenopee, Fiorenza Calogero, distintasi tra le esponenti della tradizione musicale napoletana per il suo personale percorso fatto di linguaggi e ricerca che vivono nei nostri giorni e che sono comuni alle donne che popolano le sponde del mare nostrum. La Calogero, che conta importantissime esperienze artistiche, a partire dalla sua ventennale collaborazione con il maestro Roberto De Simone, del quale ha interpretato i maggiori lavori, è stata inoltre insignita di numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Saint Vincent 2001 come migliore interprete, con il brano “Indifferentemente”, e nel 2009 è stata chiamata da John Turturro ad interpretare sullo schermo, nel suo celebre film “Passione”, la più antica melodia partenopea: il “Canto delle lavandaie del Vomero”. Attualmente l’acclamata interprete è in sala di registrazione, impegnata nella realizzazione di un ambizioso progetto artistico, di respiro internazionale, prodotto da Andrea Aragosa con inedite perle musicali di Enzo Avitabile. Ad accompagnare nel concerto a Ventotene l’artista napoletana, in un lungo sodalizio che dura da anni, il chitarrista beneventano Marcello Vitale, considerato un vero fuoriclasse degli strumenti a corda della tradizione meridionale, tra cui la chitarra battente, di cui è uno dei massimi esponenti a livello mondiale. Artista eclettico, autore di musiche e di premiate colonne sonore (tra cui quella del film “Ferdinando e Carolina” della regista Lina Wertmuller), Vitale come esecutore ha collaborato con Eugenio Bennato e dal 2001 al 2013 ha suonato con il prestigioso ensemble di musica antica l’Arpeggiata diretto da Christina Pluhar, con cui ha inciso numerosi CD per rilevanti case discografiche, tra cui la EMI classic, e si è esibito nelle più importanti sale da concerto di tutto il mondo.

Uno spettacolo, quindi, da non perdere, che grazie ai due prestigiosi interpreti, condurrà gli spettatori in un avvincente percorso musicale nella tradizione partenopea, mediante l’impiego di strumenti musicali da sempre radicati nella cultura napoletana, come la tammorra e la chitarra battente.

Il Festival Ventoclassic proseguirà, poi, il 17 agosto, con un altro atteso appuntamento con il duo chitarristico di fama internazionale, Paolo Lambiase e Piero Viti, di scena nella suggestiva location delle Cisterne Romane.

Fonte: H24 Notizie

Posted in Spettacoli & Cultura | Tagged , , | Leave a comment

Musica sull’isola

Stefan Grasse

Stefan Grasse

Terzo appuntamento del festival di chitarra Fabritio Caroso con un doppio concerto a Ventotene. Domani sera (domenica 3 agosto) in piazza Castello suoneranno Stefan Grasse (alle 22) e, a seguire, il Quartetto Alzarez. Il chitarrista tedesco, 52 anni, ha studiato jazz e chitarra classica con Peter O’Mara, Kurt Hiesl, Phillip Thorne e Pepe Romero. Numerosi i riconoscimenti conquistati in carriera: dal Bayerischen Rundfunk, dal “Guitar Challenge Prize 1991″ della Royal Scottish Academy, oltre poi ad aver ricevuto il premio “Scottish Society of Composers Award 1991“ e il premio di cultura estrattiva di Norimberga. Dal 2006 Stefan Grasse è professore incaricato di chitarra all’ università Friedrich-Alexander a Erlangen.

Il quartetto Alvarez, invece, è formato da Sandro Lazzeri, Stefano Falleri, Alessandro Zucchetti e Paolo Saltalippi. L’intento del quartetto è rifarsi a quegli autori che hanno saputo scandagliare l’anima della chitarra, rivelandone la sua natura doppia, colta e popolare. L’itinerario musicale segue un percorso che va da autori dei secoli precedenti al `900, per giungere a Falla, Albeniz, Bizet, Gershwin sino ad arrivare alle più interessanti personalità della musica attuale come Torroba, Domeniconi, Santorsola, York.

Per informazioni si può visitare il sito ufficiale www.carosofestival.it oppure chiamare il numero telefonico 328.2729468.

Fonte: il Messaggero

Posted in Spettacoli & Cultura | Tagged , , | 1 Comment

Ventotene: isola irraggiungibile

La Laziomar ( forse meglio definirla Laziomontagna) ha mostrato a tutti la sua capacità di venire incontro alle esigenze del turismo delle piccole isole.
Qui descriviamo la situazione che noi poveri turisti costretti a raggiungere Ventotene e Ponza con gli aliscafi della famigerata ” laziomontagna” pardon volevo dire ” laziomar”
Ore 18.00 l’aliscafo Monte Gargano parte per Ponza con a bordo il suo passeggero illustro Bruno Vespa dopo circa mezz’ora ritorna in porto
Facendo scendere dei passeggeri che avevano sbagliato l’aliscafo, dovevano andare a Ventotene, a questo punto sorge spontanea una domanda ma prima di salire gli addetti a vedere i biglietti che pensavano, forse a come trascorrere la serata a Ponza?
Ore 18.00 i passeggeri per Ventotene si preparano ad aspettare l’aliscafo da Ventotene per andare all’isola, ma niente! Alla biglietteria si dice solo che parte! Si vede arrivare l’aliscafo di Ponza nel porto si spera che l’attesa sia terminata ! ma niente falso allarme.
Alle ore 19.00 arriva l’aliscafo da Ventotene ma mentre scendono i passeggeri, si fanno le 20.00.
Arrivo a Ventotene alle 21.00
Questa è la fantastoria della traversata del 31 luglio!
Forse ci vorrebbe Mosè per cercare di dividere le acque! E fare attraversare il mare!
Il nostro amato sindaco di Ventotene Giuseppe ASSENSO che fa?
Dopo aver dato la biglietteria in gestione al nipote, non s’interessa dei problemi degli isolani! Costretti sempre più a essere isolati.
VERGOGNA! VERGOGNA ! VERGOGNA!

Fonte: TeleFree

Posted in Cronaca | Tagged , , , | Leave a comment

Ventotene: ultimi rantoli

Il sindaco di Ventotene Giuseppe Assenso

Il sindaco di Ventotene Giuseppe Assenso

Come ogni anno arriva l’estate, ringraziamo Dio, e tutti speriamo che i problemi di Ventotene, non diciamo tutti, ma almeno qualcuno è risolto.

Pia illusione, passano gli anni, l’estate arriva, tutti si preparano all’arrivo della nuova stagione con la speranza che qualcosa cambia, ma niente tutto rimane come prima

Il sindaco Assenso, il famoso per la sua nomea del ” salto della quaglia”, peccato che non ci sia una tale disciplina sportiva alle olimpiadi, perché sicuramente batterebbe ogni record, guarda indifferente all’agonia lenta ed inesorabile di un isola che dovrebbe essere la perla del mediterraneo invece è diventata la cozza del mediterraneo, no la cozza che crescono in acque pulite, ma una cozza che nasce vicino allo sbocco di un liquame di fogna.

Ricapitoliamo brevemente gli eterni problemi dell’isola, che purtroppo sono sempre i soliti.

1. Trasporti marittimi, hanno cambiato gli orari del traghetto, adesso parte da ventotene alle 17.45 arrivando a Formia alle 8.00 a che pro questo cambio d’orario? Chi deve andare a Roma o a Napoli e ancora più lontano arrivano troppo tardi, perché hanno fatto questo?
Semplice per favorire il pendolarismo, e far vendere qualche bottiglia d’acqua, o un piatto di pasta ai negozi e a qualche ristorante, come L’”ARaGoSTA” al porto! Tenendo presente che il proprietario è “l’assessore ai trasporti”.
File enorme alle biglietterie, che adesso sono diventate della famiglia Assenso, per la precisione del nipote del Sindaco, azzo!!! Altro che Camorra e Mafia.. Ma come nelle più classiche delle cosche a Ventotene non si vede e non si sente
Mezzi che non si sa quando partono e se partono, i poveri turisti sono costretti, a fare lunghe file per sentirsi dire che l’aliscafo non parte!!
Sulla nave per Ventotene a volte si sente un profumo soave, e tutti a chiedere forse sarà una manifestazione di Padre Pio, no è semplicemente il camion dell’immondizia che viene imbarcato sul postale dove si porta cibo e passeggeri, roba da matti!!

2. Appena arrivati al porto la prima cosa che si nota non è il mare blu, ma il settore immondizia con il suo odore di violette

3. Il porto Romano, è diventato un posto dove sotto gli archi sono nati friggitore rie, pizzerie, pescherie, venditori ambulanti, sembra di stare nella casba Algerina, il problema che non c’è più lo spazio per passare ne a piedi e figuriamoci in macchina.

Ombrelloni, sedie tavolini e mute subacquee invadono questo tratto di strada, ma nessuno vede e nessuno sente.
La strada che porta al cimitero e agli scavi di Villa Giulia dopo 1 anno ancora chiusa.
Lavori ovunque, ma tranne che per illuminare le strade di Ventotene
La fognatura che ogni tanto fa i capricci e immaginate cosa succede.!
Costruzioni in parte abusive ovunque.

E ci fermiamo qua

Parafrasando Dante: O serva Ventotene, nave senza nocchiero in gran tempesta, non donne di provincie ma Bordello.

Ringraziando sempre il nostro amato e condannato Sindaco Assenso.

Fonte: TeleFree

 

Posted in Lettere, Politica | Tagged , , , | 1 Comment

Ventotene: degrado interiore

“Io non voglio morire così”. Questo il disperato appello di un cittadino di Ventotene, che ha denunciato la mancanza di sicurezza per gli operatori della pesca che ormeggiano le proprie imbarcazioni nel porto romano a Ventotene. Il motivo? Il lancio dall’alto e da una distanza di una trentina di metri circa, di diverse pietre sia nelle ore mattutine che pomeridiane finite sulle imbarcazioni sottostanti. Per Giovanni Coraggio autore della denuncia contro ignoti non si può andare avanti così. Lui ed altri pescatori per evitare di essere colpiti dalle pietre, da diversi giorni vanno al lavoro indossando un casco protettivo. La richiesta è quella di risalire agli autori della sassaiola e di mettere in sicurezza la zona portuale. 

Fonte: Latina Press

Posted in Cronaca | Tagged , , , , | Leave a comment

Ventotene e Ponza più vicine, ma solo ad agosto

Ad agosto aumentano i collegamenti da e per Ventotene, la compagnia Navigazione Libera del Golfo, infatti, effettuerà settimanalmente una corsa da Ponza.
Il collegamento veloce partirà da Ponza alle 10.15 con ritorno alle 17.15 e sarà a bordo della Vesuvio Jet, moderna imbarcazione di costruzione italiana, a metà tra una nave e un aliscafo, che assicura collegamenti con le pontine in appena 50 minuti a un prezzo molto di 38 euro andata e ritorno.
Questa corsa si va ad aggiungere a quelle già incrementate dalla Laziomar attive dal 30 maggio scorso.

Fonte: Latina Quotidiano

Posted in Cronaca | Tagged , , , | Leave a comment

Torna la rassegna di Cinema a Ventotene

Il Film Festival festeggia i 20 anni: dal 27 luglio al 3 agosto, tra i premiati il regista Stefano Sollima e lo scrittore e sceneggiatore Giancarlo De Cataldo

Il Ventotene Film Festival ideato e diretto da Loredana Commonara, quest’anno festeggia 20 anni di cinema. Un traguardo importante per una manifestazione che si svolge su un’isola dove non è mai esistita una sala.La rassegna si apre il 27 luglio e si conclude il 3 agosto 2014. Lo scenario è la meravigliosa isola di Ventotene, posizionata nell’arcipelago pontino, tra Roma e Napoli. Come da tradizione, l’evento porterà sull’isola film, autori e attori protagonisti della cultura nazionale e internazionale, con la novità, inaugurata nella precedente edizione, rappresentata dal Premio Vento d’Europa, assegnato quest’anno a una personalità della cultura italiana e a un grande personaggio di livello internazionale. I premiati sono infatti Giancarlo De Cataldo, scrittore e sceneggiatore noto al pubblico per i suoi romanzi tra cui Romanzo criminale dal quale sono stati tratti l’omonimo film diretto da Michele Placido e la fortunata serie televisiva diretta da Stefano Sollima, presente sull’isola nella giornata di apertura, e Wim Wenders, regista, sceneggiatore e produttore, esponente di primo piano del Nuovo cinema tedesco, al quale il riconoscimento verrà consegnato a Berlino nel mese di ottobre, creando così un ideale ponte europeo tra Ventotene e la capitale della Germania.
La rassegnaOtto giorni di proiezioni all’aperto illumineranno le notti di Ventotene, rinnovando una tradizione che vede l’isola protagonista, non meno dei grandi eroi interpretati sullo schermo. E, come ogni anno, i film saranno scelti spaziando fra i diversi generi con un’attenzione particolare al cinema d’autore. Il Ventotene Film Festival è difatti, volutamente, una manifestazione di ampio respiro che rifugge da temi monotematici, nell’intento di segnalare, di anno in anno, autori, personaggi e opere di particolare spessore e bellezza. Non a caso non sono previste sezioni competitive.Si parte domenica 27 luglio, alle 22, con la cerimonia di consegna del Premio a Giancarlo De Cataldo. L’incontro con lo scrittore sarà curato da Angela Prudenzi e Mario Sesti, mentre l’attore Pino Calabrese leggerà alcuni frammenti del libro Il Combattente. Come si diventa Pertini. A seguire la proiezione del film Noi credevamo di Mario Martone, sceneggiato da De Cataldo.Tra gli altri film in programmazione fino a sabato 3 agosto, in prima serata alle 21 e in seconda serata alle 22,30, ci saranno: I Croods di Kirk De Micco e Chris Sanders, Venere in pelliccia di Roman Polanski, Charlie – Anche i cani vanno in paradiso di Don Bluth, Tutto sua madre di Guillame Gallienne, La storia infinita di Wolfgang Petersen, Anni felici di Daniele Luchetti, Nanny McPhee – Tata Matilda di Kirk Jones, Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, Ember – Il mistero della città di luce di Gil Kenan, American Hustle di David O. Russell. Due sezioni speciali saranno poi dedicate a Charlie Chaplin, per i cento anni dal suo debutto sul grande schermo, e a Wim Wenders, vincitore del Premio Vento d’Europa, rispettivamente in programma giovedì 31 luglio – con la proiezione de Il grande dittatore e di Tempi moderni – e domenica 3 agosto con la visione di Il cielo sopra Berlino e Buena Vista Social Club.Premio Vento d’EuropaIl Premio, istituito nel 2013 in occasione dei 70 anni dalla nascita del Movimento Federalista Europeo fondato da Altiero Spinelli, uno dei padri fondatori dell’Unità d’Europa in confino a Ventotene, si inserisce nella rassegna cinematografica, proprio in virtù del grande valore europeo e culturale della piccola isola del Tirreno. Il Premio è nato con l’obiettivo di offrire un riconoscimento internazionale a un artista simbolo di tutta la cultura continentale. Nel 2013 la targa è andata al regista Radu Mihaileanu, rumeno di nascita e francese di adozione, autore di capolavori come Train de vie e Il Concerto. Proprio nel 2014 il Premio celebra anche i 70 anni dalla nascita del Manifesto di Ventotene redatto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi durante il periodo di confino trascorso sull’isola.

Fonte: Il Cinematografo.it, il Sole 24 Ore

Posted in Spettacoli & Cultura | Tagged , | Leave a comment